Signor 1 basket

Giu 28, 2016 Category: nasoni, occhialuti, sportivi

Il Signor 1 – Basket

Il “signor 1” è il primo pupino ad essere stampato sulle nostre Magliette divertenti ed inserito come primo sul nostro e-commerce. Come non chiamarlo diversamente? E’ uno che sa il fatto suo, sa di piacere e con i suoi occhiali scuri da questa parvenza di “bello e dannato”!

Non solo! il Signor 1 è stato anche il primo ad essere ripreso nel suo sport preferito: IL BASKET! La sua performance è impeccabile.

NON SOLO MAGLIETTE DIVERTENTI

Disegniamo pupini e questo ci piace, perchè il mondo che abbiamo attorno è costellato di dettagli.

Mi chiamo Carlo Sordoni e disegno pupini, facce buffe e divertenti. E’ una passione che mi accompagna dall’adolescenza. Il “capo” del  progetto de LaStranaGente è Paola Martimucci, mia moglie.  Grazie a lei che questa passione si è concretizzata in realtà. Due anni fa infatti abbiamo aperto il nostro primo e-commerce di MAGLIETTE DIVERTENTI ed originali.

Ma le nostre faccine buffe si prestano ad arricchire tante altre cose come tazze, tazzine per caffè, borse, gadgets, accessori moda al fine di trasformarle in collezioni uniche ed originali.

Il progetto lastranagente e il suo shop on line di magliette divertenti è il luogo virtuale ed ideale dove ognuno può rinoscersi o rinoscere la somiglianza con un amico o amica.

Ma la stranagente è molto di più! E’ una filosofia di vita che non adora le perfezione ma la bellezza! Gioca ironicamente su questo aspetto ridisegnando i canoni dell’estetica. Ognuno con le sue caratteristiche ha una bellezza intrinseca e unica, ciò che può essere apparentemente un  difetto in realtà esaltà l’unicità della persona  e quindi la sua bellezza… Questa “gioia del diverso” nasce dal modo in cui noi guardiamo il mondo. Nessuno ci sfugge, ognuno ci attrae, non conosciamo l’indifferenza. Osservando tutte le persone che ci capitano di incontrare per strada ed elaboriamo i nostri pupini, ognuno dei quali ha la sua personalità.

COME SIAMO: LaStranaGente e #PopCultSlurp

Mir spasët krasotà, ha scritto Dostoevskij. Frase-enigma di cui Ippolít chiede conto al principe Myškin; a lui che è l’uomo “positivamente bello”, che ha in sé la complessità contraddittoria (umana) del mondo, colui che del mondo incarna tutta la connaturata, organica idiozia.

Il mondo sarà salvato dalla bellezza, ma poi “Quale bellezza?”, insiste Ippolít di fronte a simili pensieri giocosi di Myškin. Il bello è l’ideale lungi dall’essere elaborato, risponde il loro autore quando ancora i due personaggi erano solo un pensiero.

Noi non siamo un azienda di moda ne vogliamo diventarlo.  Vogliamo creare qualcosa di nuovo e divertente. Siamo lontani da scritte idiote che oggi fanno tendenza. Siamo creativi e ci piace accorgerci di ciò che ci circonda ogni giorno. TUTTO E’ BELLO